Home Contatti Photo Gallery Ricerca
  • Immagini
  • Testi
  • Mappe
Contribuisci anche Tu
ita | eng
Home > Archivio > Film > Un paradiso di schiavi

Un paradiso di schiavi

Sandro Di Domenico

San Nicola Varco (Sa), Castel Volturno (Ce), Napoli - 2011

Scheda film

Regia: Sandro Di Domenico;

Produzione: Progetto Citylab.tv dell'Associazione Ilaria Alpi

Sinossi

Un documentario in tre puntate. Salerno, Caserta, Napoli: un viaggio nel Sud tra le storie di vita dei migranti, sempre sospesi tra legalità e illegalità, sogni e tragedie. Dal ghetto di San Nicola Varco, con «(Non solo) Cristo si è fermato a Eboli», dove intorno allo scheletro di un mercato ortofrutticolo mai nato vivevano 800 migranti marocchini. Prima che la magistratura ne disponesse lo sgombero l'11 novembre 2009. Braccianti agricoli sfruttati nelle ricche colture della Piana del Sele e diventati di colpo fantasmi. «Kalifoo ground, Castel Volturno» invece torna al 18 settembre del 2008: sei migranti africani vennero ammazzati, trucidati da una tempesta di pallottole. È Peppe Setola detto "o' cecato", a capo dell'ala stragista del clan dei Casalesi a guidare il commando. Kalifoo ground è uno spettacolo teatrale ideato da Erminia Sticchi e dal gruppo artistico Skaramacay e nato coinvolgendo italiani e africani insieme. Infine Napoli, con «AfroNapoli United, Ricomincio dal calcio». Nella città partenopea per un uomo guadagnarsi una posizione sociale dipende anche dalla bravura con cui tratta il pallone con i piedi. Così, insieme, immigrati e italiani, hanno dato vita a una squadra che si chiama Afro-Napoli ed è composta da 13 napoletani e 17 atleti di nazionalità diversa: Senegal, Costa D'Avorio, Nigeria, Tanzania e Tunisia.

Messaggio

Firma