Home Contatti Photo Gallery Ricerca
  • Immagini
  • Testi
  • Mappe
Contribuisci anche Tu
ita | eng
Home > Archivio > Film > Japigia Gag - Storie di Rom

Japigia Gag - Storie di Rom

Giovanni Princigalli

Bari - 2002 - 59'

Scheda film

Regia, Fotografia: Giovanni Princigalli;

Soggetto/Sceneggiatura: supervisione scientifica di Francesco Cassano (Università di Bari);

Suono: Francesco De Napoli, Sebastiano Sallustio;

Montaggio: Francesco De Napoli, Luca Gasparini;

Musica: Dainef Tomescu, Maria Grazia Abbatantuono, Lorenzo Mannarini,
Giovanni Chiapperini;

Produzione: Princigalli Produzioni, con il patrocinio dell’Università di Bari
e la Provincia di Bari;

Formato: MiniDV

Sinossi

Japigia: antico nome della Puglia; secondo una leggenda, Japige, figlio di Dedalo, scappò da Creta alla guida di sette fanciulli e sette fanciulle. Sbarcò su questa terra e fondò una città per ogni coppia di fanciulli, tra cui Bari, in modo che ognuno avesse un luogo da cui non emigrare o scappare mai più. Oggi Japigia è un quartiere alla periferia di Bari, e qui vive una piccola comunità di rom fuggiti dalla Romania. Una piccola strada non carreggiata unisce/divide il mondo grande dei gagi (Japigia Gagì) e il mondo piccolo della comunità rom. Il campo fatto di baracche di legno è circondato dagli alti ed enormi palazzi della periferia. Si direbbe un villaggio nel bel mezzo di una foresta, la cultura circondata dalla natura o se si preferisce da un’altra cultura. Il campo è abusivo e sorge su un terreno privato. Per motivi igienici il pericolo di sgombero è sempre imminente. Da un anno la comunità è in contatto con due volontari. Per evitare lo sgombero da parte del Comune, la parrocchia rionale e la diocesi hanno messo a disposizione dei prefabbricati ed un terreno di loro proprietà, in modo da dar vita ad un campo stabile. Ma in cambio i rom devono mandare i bambini a scuola. Il Comune però non vuole autorizzare la creazione di un campo permanente, anche perché sul terreno della Chiesa, come previsto dal piano regolatore, dovrà sorgere una stazione ferroviaria. La scolarizzazione funge da deterrente.

Bambaloi ion Barbu irina
bambaloi ion

Messaggio

Firma